domenica 16 giugno 2019

Monte Cimone passo delle Radici 1-3 giugno 2019

Come da Titolo abbiamo fatto il giro del monte Cimone pernottando la prima notte a Riolunato, il giorno seguente abbiamo visitato Fiumalbo, paese molto caratteristico di questi luoghi a pochi chilometri dal passo dell'Abetone, ritorno verso Modena per qualche chilometro per poi abbandonare la statale per visitare il lago Santo che si trova a 1500 di altitudine incastonato nel verde della vegetazione.

Ripresa la moto in direzione Pievepelago per poi prendere la SP324 direzione Sestola, arrivati alle porte del paese abbiamo trovato il divieto di transito per entrare in centro causa la festa della repubblica, abbiamo quindi deciso di salire al passo del Lupo ed al lago della Ninfa, anche questo a quota 1500 metri alle pendici del monte Cimone, se si arriva per ora di pranzo dal rifugio potete vedere cucinare le grigliate all'aperto(meteo permettendo) e farvi stuzzicare l'appetito dal profumino...

Dal lago della Ninfa a Vinci passando per il passo del San Baronto, arrivati a Vinci abbiamo parcheggiato la moto nell'agriturismo a 1 chilometro dal centro a siamo andati a visitare il paese di Leonardo nel pomeriggio/sera ma siamo arrivati troppo tardi per visitare il museo, chiude alle 19 questo sarà motivo di un altro giro...

Partenza da Vinci per il passo delle Radici, impostando il navigatore in modalità poco traffico, ci ha fatto percorrere delle stradine fantastiche con zone di ginestre in piena fioritura....
Il manto stradale della seconda parte della salita al passo delle Radici da Castelnuovo di Garfagnana è molto disconnesso con frequenti buche in uscita curva, ci ha risollevati il morale l'ottimo pranzo consumato al famoso Casone di Profecchia.
Valicato il passo è cambiato il manto stradale, ottimo, così che al bivio con la SP32 abbiamo allungato il giro andando per Montefiorino, poi Sassuolo e autostrada....
Il giro è stato di 830 km.

FOTO MONTE CIMONE





lunedì 20 maggio 2019

Foreste Casentinesi-Muraglione-valico Scheggia-Eremo-Colla-Sambuca, 28 aprile 1 maggio 2019




Partenza per il ponte del primo maggio con pessime previsioni meteo, ma incoraggiato dalla Passeggera abbiamo deciso di preferire la moto all’auto…

Alle porte di Bologna inizia la pioggia e da lì in poi abbiamo indossato la tuta antipioggia valicando il passo Calla con 3 gradi e nevischio a lato strada, fino alla destinazione di Bibbiena all’hotel Borgo Antico, punto di arrivo.

Il secondo giorno giro a piedi visto che nel pomeriggio era prevista pioggia per visitare il borgo del paese e il santuario della Madonna del Sasso, nel santuario da visitare le due chiese sovrapposte e il chiostro con l’affresco del cristo in tre prospettive.


Il terzo giorno visita al suggestivo eremo di Camaldoli e all’antica farmacia. Ripresa la moto abbiamo percorso il passo Fangacci, un percorso con 5-6 chilometri di sterrato nel pieno delle foreste casentinesi con clima invernale e neve fatta la notte prima, arrivati a Badia Prataglia siamo andati a visitare il monastero di La Verna passando per la valle della Meta. Ottimo pranzo al ristorante del pellegrino e visita al monastero. Percorrendo la sp208 e sp47 siamo arrivati ad Anghiari, inserito tra i borghi più belli d’Italia e conosciuto per la famosa battaglia tra Fiorentini e Milanesi.


Quarto e ultimo giorno di "ponte"…. Ottima giornata di sole quindi abbiamo deciso di fare qualche valico partendo dal Muraglione, il valico della Scheggia che si prende a San Benedetto in Alpe, e il passo dell’Eremo. Arrivati a Marradi staccatona a sinistra per la sp302 del passo Colla e di seguito passo Sambuca sempre ottimo da guidare.

È la prima volta in molti anni di moto negli appennini che trovo neve fresca e temperature così basse i primi giorni di maggio, il soggiorno al Borgo Antico è stato ottimo con gestori molto accoglienti, mettendo a disposizione una stanzagarage per la moto…
 

sabato 25 agosto 2018

Tour delle Alpi, agosto 2018



Il tour delle Alpi 2018 comincia con il trasferimento autostradale da Montecchio a Piacenza dove abbiamo preso la val Trebbia e Bobbio per valicare il passo del Faiallo dove si ammira la vista del mare Ligure a sud e della catena delle Alpi a nord.
Proseguendo per Cuneo e il colle della Lombarda ci porta a Isola in Francia per arrivare a Castellane punto di partenza per la visita delle gole del Verdon.

Il giro per visitare le gole ha previsto questo itinerario: Point Sublime, la Palud, Pont du Galetas, Sainte Croix du Verdon, le Rive Gauche, Les Cavaliers, Balcon de la Mescla e Castellane, itinerario molto bello sia come paesaggi e strade, merita sicuramente una visita.

Ritornati a Isola abbiamo cominciato il vero tour delle Alpi cominciando con il Colle della Bonnette, il colle più alto del giro a 2862 mt (percorrendo 5 minuti a piedi) si ammira il panorama a 360°.
Dopo San Paul sur Ubaye siamo saliti al colle dell'Izoard e in sequenza il Lautaret, Galibier, Iseran, tutti contornati da grandi montagne e stupendi panorami.

Colle del Piccolo San Bernardo rientrando in Italia e il Gran San Bernardo per entrare in Svizzera direzione Domodossola.
Trasferimento in autostrada da Domodossola a Chiavenna per meteo avverso saltando il passo Furka.
Da Chiavenna direzione passo Spluga e di nuovo Svizzera ma il meteo non è stato dei migliori con pioggia alternata a variabilità per cui non abbiamo potuto ammirare il panorama per i passi Albula, Fluela, e Forno arrivando a Glorenza paesino medioevale in alta val Venosta.

Il giorno seguente abbiamo percorso le strade per il Stelvio e Gavia con giornata spettacolare e poi il passo Mendola che ci ha portati a Bolzano proseguendo con il passo delle Erbe arrivando in val Badia e il passo Furcia pee la Valdaora.

Dalla Valdaora ci siamo diretti verso San candido e Spittal an der Drau pernottando l'Obertauernpass al Moho hotel Solaia.
Il mattino seguente salita al Grossglockner dal versante Salisburghese, sempre bello da vedere e guidare, all'Edelweissspitze il tempo era nuvoloso e minaccioso, superata la galleria Hochtor giornata variabile compresa la sosta al kaiser Franz-Josefs Hohe.

Ritorno a casa per il lago di Misurina e Auronzo di Cadore.
In totale 12 giorni e 3320 km di Alpi.

FOTO TOUR ALPI 2018

FOTO TOUR ALPI 2018 VARIE



martedì 12 giugno 2018

Tour Appennini-Conero 28 aprile 1 maggio 2018

Partenza a scaglioni dei Top Riders per questo ponte del primo maggio, Fabio Stefania Andrea e Riuk (cane) partiti il sabato mattina in auto direzione Sirolo nel Conero, mentre Marco e Davide partiti a metà giornata con direzione Raticosa dove hanno aspettato l'arrivo di Grazia e Martino partiti al pomeriggio.


Dalla Raticosa in sequenza abbiamo percorso i passi Futa e Consuma molto scorrevoli fermandoci per la notte a Poppi.

Il giorno seguente ci siamo diretti per il valico dello Spino non prima di avere visitato il santuario dedicato a San Francesco immerso nel verde delle foreste casentinesi con panorama mozzafiato.
Percorso lo Spino ci siamo diretti alla bellissima abbazia di Fiastra dei monaci cistercensi passando per Gubbio, Nocera Umbra, Colfiorito.

Arrivo a Sirolo nel tardo pomeriggio con sorpresa... i ragazzi arrivati in auto non sapevano dell'arrivo di Grazia e Martino che hanno deciso all'ultimo momento di unirsi al gruppo.

Il lunedì trascorso a visitare Sirolo con escursione al passo del lupo, con natura e paesaggi stupendi.
La mattina seguente ritorno verso casa passando per Corinaldo, paese caratteristico delle Marche e uno dei borghi più belli, e San Leo con la fortezza arroccata nello sperone di roccia che sovrasta il borgo, e la chiesa romanica del IX secolo.
Da Forlì autostrada fino a casa.


FOTO APPENNINI CONERO

FOTO APPENNINI CONERO VARIE

mercoledì 25 aprile 2018

Passo Fricca-Valfloriana-Val di Cembra-Happy Ranch 25 aprile 2018


Prima uscita del 2018 in Valfloriana e val di Cembra con sosta pranzo in località lago Santo al'Happy Ranch, aperto oggi solo per la festività del 25 aprile con menù fisso, di solito è aperto il venerdì sabato e domenica.
All'andata abbiamo percorso il Passo della Fricca dalla Valdastico, oggi molto trafficata, un pezzo di Valfloriana e poi pausa pranzo al Ranch con passeggiata al lago.
Ripartiti con destinazione Val di Cembra direzione Molina, poi Valfloriana fino alla Valsugana, queste con poco traffico e panorami sul gruppo del Lagorai ancora imbiancato dalla neve.
Ritorno per il lago di Caldonazzo, passo Fricca e Valdastico, queste ultime molto trafficate.


FOTO HAPPY RANCH

Sinistra Leno-Brentonico-Passo Fittanze-Lessini 22 aprile 2018


Oggi giornata dura per i cv motore...
Al ritrovo a Castelgomberto sorpresa di Gerry, arrivato con la nuova Ktm super duke 2018.
Ripercorso la sinistra Leno a distanza di quindici giorni, sempre bella da guidare con un bel panorama, poi da Mori salita a Brentonico anche questa molto bella, arrivati in paese abbiamo trovato un raduno di Lancia Denta integrali e le mitiche Alfa "rapina".
La strada per Busa Navene è ancora chiusa quindi siamo scesi ad Avio per poi salire da Sdruzzinà a Sega di Ala dove abbiamo fatto sosta pranzo compresa di insolazione(vedi foto...) al ristorante Monte Lessini.
Dal Passo Fittanze e quasi tutti i Lessini strade in pessimo stato, quindi andatura turistica fino all'ultima pausa al bar La Stazione di Montecchio.

FOTOGIRO

Sinistra Leno-Val di Gresta-Torbole-Vallarsa 8 aprile 2018

Oggi giro in Val di Gresta per degustare dell'ottimo galletto allo spiedo del ristorante LA BAITA.
Per iniziare collazione in Vallarsa, dove la parte alta è ancora sporca da ghiaino invernale, la sinistra Leno sempre ottima.
Molto piacevole da guidare la salita in Val di Gresta e pausa "galletto"  con meritata birra media.
Per dessert abbiamo deciso di andare a Torbole a mangiare il gelato in riva al lago.
Ritorno a casa per la Vallarsa, Valli del Pasubio con pausa alla farmacia dei sani e passo Xon direzione Recoaro Terme.

FOTO GALLETTO